Ottimizzazione dei motori di ricerca - più traffico attraverso il SEO

Gli imprenditori esperti di internet sanno che con l'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) è possibile generare grandi quantità di traffico a costo zero, alla ricerca del prodotto o servizio esatto che offrite come fornitore di servizi o rivenditore. Solo perché non costa nulla, non significa automaticamente che sia gratis. La conoscenza e l'esperienza costa un sacco di tempo e attraverso vari libri di testo o seminari anche un bel po' di soldi all'inizio, ma ne vale la pena. Indipendentemente dal PPC, questo è ciò che molti imprenditori di Internet vogliono e quindi molti ricorrono all'ottimizzazione dei motori di ricerca. Sperimento personalmente molto spesso che gli imprenditori vengono da me e dicono che hanno creato, comprato e costruito numerosi backlinks, hanno fatto l'ottimizzazione onpage secondo gli strumenti online e purtroppo ancora non ottengono risultati significativi nelle classifiche. Il problema è che Google sta ovviamente diventando più intelligente e anche incorporando costantemente le loro conoscenze nelle classifiche sotto forma di aggiornamenti dell'algoritmo. La soluzione magica è "meglio essere sotto-ottimizzati che sovra-ottimizzati". Perché? Perché a Google non piace quando i proprietari di siti web cercano troppo di influenzare la classifica. Di più su questo sotto.

Cos'è l'ottimizzazione dei motori di ricerca?


Con l'ottimizzazione per i motori di ricerca puoi fare in modo che il tuo sito web per determinati termini di ricerca (chiamati anche parole chiave) appaia il più in alto possibile su Google. Ci sono molti criteri che dovrebbero essere considerati nell'ottimizzazione. Google stesso cambia costantemente l'algoritmo, così che le strategie attualmente funzionanti potrebbero non funzionare più con il prossimo aggiornamento o addirittura essere penalizzate. Il SEO è un settore in cui non c'è giusto o sbagliato, il motto è: "Prova, prova e prova ancora!

Quali criteri influenzano la classifica?


Per la classifica ci sono in principio molti, ma solo alcuni fattori decisivi o più forti. Si fa anche una distinzione tra criteri onpage e offpage. Per l'ottimizzazione onpage, cioè cosa c'è sul tuo sito web e cosa viene visualizzato, il contenuto (content), la densità delle parole chiave, il tagging corretto (immagini e link), i titoli (H1,H2,H3, ecc) e le informazioni META hanno un ruolo importante.

Facebook non influisce sul ranking.... no!


Ci sono molti blogger su internet che, secondo me, inventano delle sciocchezze solo per attirare l'attenzione. Io testo costantemente i vari fattori di ranking e guardo anche, naturalmente, se nuovi fattori possono giocare un ruolo. I blogger che attualmente (a partire dal 09.11.2014) sostengono che le condivisioni o i like di Facebook per un URL influenzano il ranking stanno, ai miei occhi, raccontando una balla dietro l'altra. Secondo i miei test approfonditi, Facebook non influenza la classifica in alcun modo. Certo, potrebbe diventare un fattore di ranking in futuro, ma sicuramente non attualmente.

Piccolo consiglio: Facebook non influisce sul ranking, ma grazie a Facebook il tuo sito può essere indicizzato più velocemente. Se hai pubblicato un nuovo post sul blog, trova una pagina Facebook molto popolare e simpatica e pubblica lì il tuo link. Il link è nofollow, ma secondo i miei test Google indicizza la tua pagina il giorno dopo o più tardi.

Google è un'azienda o uno zoo?


I blogger pubblicano costantemente cose come "Google Panda Update" o "Google Penguin Update", ma perché Google ha improvvisamente panda e pinguini? Google è probabilmente affezionato agli animali perché dà ai suoi aggiornamenti dell'algoritmo nomi di animali. Gli aggiornamenti Panda sono responsabili del contenuto del sito web. Se pubblichi un cattivo contenuto, voli e voli come un panda da un albero, ahi che male! L'aggiornamento Penguin mette l'accento sulla qualità dei backlink, quindi chiunque cerchi di costruire backlink attraverso lo spam è stato finalmente preso a pugni in faccia dal recente aggiornamento Penguin. Il rovescio della medaglia? Alcuni dei miei progetti sono stati spammati da Negative SEO come prostitute di backlink su migliaia di siti web gammy, con lo scopo di distruggere il mio ranking. A parte il fatto che non capisco cosa ci abbiano guadagnato, deve essere stato un sacco di lavoro. A questo punto complimenti per il tempo inutile e sprecato di quelli. Grazie a strumenti come Majestic, i nuovi backlink possono essere riconosciuti rapidamente e classificati dal nuovo Google Disavow Tool come "non controllabili", in modo che non siano più valutati da Google. Questo richiede alcuni giorni fino a quando tutto è finito, ma poi puoi ottenere di nuovo le tue classifiche.

Cos'è importante per la prima pagina su Google oggi?


Secondo le mie conoscenze attuali e i risultati dei test delle ultime settimane, il contenuto è ancora il re. Molto vicini sono i backlinks di alta qualità (dofollow mind you) e poi la formattazione del sito web. Se pensate che questi 3 criteri siano sufficienti, vi sbagliate. Uptodate è la nuova parola magica! La settimana scorsa, sono stato in grado di spostare uno dei miei siti web (precedentemente al 3° posto) al 1° posto semplicemente aggiornando la home page (più contenuto e migliore ortografia) e quindi assicurarmi la pole position anche lì. Non ho impostato nessun nuovo backlink e non ho preso altre misure rilevanti per il SEO, ho solo aggiunto un piccolo paragrafo di testo.

Foto alessio

ALESSIO PARRINO

Altri Blog:

  • LA FORMULA DEL BUSINESS
La Formula del Business

Inizia a guadagnare online!

www.alessioparrino.com

© alessioparrino.com -